SOTTO I RIFLETTORI
© maa hoo / stocksy

Prenditi cura delle tue ossa!

Vitamine e integratori

Sai quali nutrienti contribuiscono a conservare la struttura del tuo corpo?

Se hai risposto calcio e vitamina D, è corretto. Questi due sono importanti per il mantenimento della salute delle ossa, che non possono essere troppo sovraccaricate. Durante l'infanzia e l'adolescenza è essenziale assicurare un apporto corretto di questi due nutrienti per raggiungere il massimo della massa ossea in età adulta.

Ma anche in età avanzata, e specialmente durante l'età media avanzata, quando la massa ossea tende a diminuire, calcio e vitamina D sono essenziali per mantene ossa forti e in salute. Quindi, ne assumi abbastanza?

Un equilibrio vitale

Anche se perdiamo calcio attraverso il sistema digestivo e quando sudiamo, il nostro corpo lo rimpiazza in continuazione e lo integra nelle nuove cellule ossee. Per fare ciò, abbiamo bisogno di un livello sierico di calcio bilanciato, garantito dal funzionamento della vitamina D. Infatti, senza la vitamina D il corpo non riesce mantenere il suo quantitativo di calcio a un livello costante. Di conseguenza, in teoria questi due elementi vitali devono essere assunti insieme a lungo termine.

Gli esperti europei di nutrizione raccomandano, per gli adulti, un consumo giornaliero di 15 microgrammi di vitamina D. Li otteniamo attraverso la dieta: fonti particolarmente ricche sono alcuni tipi di pesce, il tuorlo d'uovo e l'avocado. E viene prodotta dalla nostra pelle attraverso l'esposizione alla luce del sole.

Ma come fai a sapere se la tua pelle è esposta a sufficienza alla luce del sole, specialmente in questo periodo in cui ci dicono di coprirci ed evitare i raggi UV? La verità è che, anche se passiamo abbastanza tempo all'aperto o vicino alla finestra esposti alla luce del giorno, potresti non ricevere il corretto apporto di vitamina D.

Gli integratori possono aiutare

Gli scienziati nutrizionisti possono confermare gli aspetti positivi dell'integrare il calcio con la vitamina D per aiutare a prevenire fratture osse (in particolare dell'anca) negli adulti: studi recenti mostrano una riduzione significativa del rischio di frattura se agli individui vengono forniti calcio e vitamina D sufficienti.

© Sam Edwards / gettyImages

È chiaro anche che i mesi invernali sono specialmente critici: se l'8% degli europei ha un deficit di vitamina D durante i mesi estivi, questo valore aumenta al 18% durante l'inverno.

Ricordate quindi ai vostri clienti che gli integratori NUTRILITE™ possono essere molto utili durante la "stagione buia". Gli integratori consigliati per questo scopo sono NUTRILITE Cal Mag D Plus, NUTRILITE DOUBLE X™ Integratore Alimentare Multivitaminico/Multiminerale di Fitonutrienti e NUTRILITE Daily.

NUTRILITE Cal Mag D Plus contiene calcio, magnesio e vitamina D; NUTRILITE DOUBLE X ha una formulazione avanzata che fornisce un mix dinamico di vitamine, minerali, fitonutienti, concentrati ed estratti; e NUTRILITE Daily contiene livelli essenziali di vitamine e minerali per fornire un'ampia copertura nutrizionale supplementare.

Gli integratori non possono mai sostituire una dieta sana e bilanciata, ma possono colmare le carenze. NUTRILITE aiuta a darti la sicurezza che ti stai davvvero prendendo cura di te stesso, della tua famiglia e dei tuoi clienti.

Biesalski, Hans Konrad, Taschenatlas Ernährung [Buch], Stuttgart : Thieme, 2011, Bd. 11.
Cashman K. D., Vitamin D deficiency in Europe: pandemic? [Journal] // Am J Clin Nutr., 2016, 4 : Bd. 103, pp. 1033-44.
EFSA, Draft Scientific Opinion on the Dietary Reference Values for vitamin D [Journal] // EFSA Journal, 2016.
EFSA, Scientific Opinion on the substantiation of health claims related to calcium and maintenance of bones and teeth ... pursuant to Article 13(1) of Regulation (EC) No 1924/2006 [Journal] // EFSA Journal, 2009. 9 : Bd. 7, p. 1210.
Max Rubner Institut, Nationale Verzehrsstudie II [Bericht], 2008.
Weaver C. M., Calcium plus vitamin D supplementation and risk of fractures: an updated meta-analysis from the National Osteoporosis Foundation [Journal] // Osteoporos Int., 2016, 1 : Bd. 27, pp. 367-76.

Stiamo utilizzando dei cookie per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. I cookie sono dei file memorizzati nel browser e vengono usati dalla maggior parte dei siti web per personalizzare la tua esperienza sul web.

Continuando a usare il nostro sito web senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.

Accetto