SOTTO I RIFLETTORI

Una delle causa dell'invecchiamento cutaneo… lo zucchero

ARTISTRY

Michelle D’Allaird nella Rubrica novità di "Bellezza" spiega come l'apporto di zucchero è collegato all'eventuale formazione di rughe.

La bellezza è collegata alla salute, ad un equilibrio tra interno ed esterno, è quindi la manifestazione evidente del nostro stato di benessere. Richiede costanza, sane abitudini e un’accurata scelta dei prodotti da utilizzare. Più abbiamo cura di noi stessi, più diventiamo radiosi fisicamente ed espressivamente. L'invecchiamento cutaneo è un processo naturale ed ineluttabile, ma nonostante ciò è uno dei fenomeni più temuti soprattutto dalle donne. Proprio per questa ragione, una delle novità più recenti su cui si concentra il settore della cura della pelle è il processo cellulare chiamato glicazione.

La glicazione è uno dei meccanismi che concorre all'invecchiamento della pelle. Avviene praticamente in tutte le cellule del corpo, incluse quelle cutanee. Il corpo utilizza lo zucchero come fonte di energia per le cellule. Ma una quantità eccessiva di zucchero è deleteria sia per il corpo che per la pelle. Nella pelle, le molecole di zucchero si legano alle proteine del collagene e dell'elastina, dando origine a sostanze chiamate prodotti finali della glicosilazione avanzata (“Advanced Glycation End-products”, AGE). Gli AGE causano la reticolazione delle fibre di collagane con conseguente perdita di elasticità: le fibre diventando rigide e tendenzialmente strutturate, causando la formazione di rughe e rughette. Gli AGE inducono infiammazioni, creano enzimi che deteriorano le funzioni e il comportamento delle proteine e privano il corpo del suo naturale sistema di riparazione antiossidante.

E ancora peggio, quando gli AGE si sommano ai fattori ambientali quali l'esposizione ai raggi UV, fumo, inquinamento, cattive abitudini alimentari e stress, diventano ancora più dannosi.

Minimizzare gli effetti avversi della glicazione

Quindi, cosa possiamo fare? Moltissime cose! Iniziamo con la più semplice: le scelte riguardo alle abitudini alimentari e agli stili di vita. Tutti conosciamo il detto "siamo quello che mangiamo"… e questo è assolutamente vero. Per ridurre al minimo la glicazione, è necessario ridurre l'apporto di zuccheri aggiunti in eccesso. Si tratta degli zuccheri che aggiungi al cibo, così come quelli che aggiungi durante la preparazione. Controlla attentamente le etichette. Ovviamente è impossibile eliminare lo zucchero dalla dieta, ma puoi ridurlo drasticamente avendo l'accortezza di aggiungerlo moderatamente agli alimenti e allo stesso tempo evitando cibi zuccherati.

Sii consapevole del metabolismo dei carboidrati. Questi vengono scomposti dall'organismo in zuccheri e utilizzati poi come energia per il normale funzionamento cellulare… in parte, vengono immagazzinati e rimangono all'interno del corpo. I carboidrati come pasta, riso, pane e patate sono quelli che vengono scomposti più velocemente: quindi sono anche i primi ad essere immagazzinati. Riduci il loro consumo nella tua dieta e concentrati di più sull'apporto di cibi ricchi di fibre, riso integrale e cereali integrali. Pesce, frutta e verdura hanno l'ulteriore vantaggio di fornire al corpo una grandissima quantità di protezione dagli aintiossidanti.

Scegliere uno stile di vita sano riduce notevolmente i danni causati dai radicali liberi e aumenta le difese immunitarie del nostro organismo. Un sonno di qualità e un'attività fisica regolare sono assolutamente essenziali per rallentare l'invecchiamento cellulare. Il fumo, livelli elevati di stress, l'alcol, cattive abitudini di sonno e poca attività fisica, sono tutti fattori che favoriscono il dannoso processo di glicazione e la produzione di AGE nocivi.

In conclusione, ricordati anche di utilizzare prodotti mirati per la cura della pelle. Sono soprattutto consigliate le creme solari, per proteggersi dagli effetti negativi dell'esposizione ai raggi UV, responsabili dell' innesco del processo di glicazione. Il segreto per una pelle bellissima è capire quali sono i fattori principali che la influenzano e soprattutto capire che per ottenerla è importante adottare delle sane abitudini!

Stiamo utilizzando dei cookie per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. I cookie sono dei file memorizzati nel browser e vengono usati dalla maggior parte dei siti web per personalizzare la tua esperienza sul web.

Continuando a usare il nostro sito web senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.

Accetto